Mr. Lui: chi era costui?

Recentemente la blogosfera si � riempita di critiche e insulti, pi� o meno forti, nei confronti di Mr. Lui. Un simpatico personaggio che scorrazza tra i programmi dedicati ai bambini e che propone gag di pochi secondi.
Sinceramente non capisco tutto l’astio che si � tirato dietro. Imho trovo molto pi� irritanti le trasmissioni nazional popolari della Rai, quelle del sabato e della domenica in tarda mattinata, Piazza Italia o Domenica In.

Detto questo, ecco la parte di una risposta che Mr Lui ha dato su DaveBlog:

Buongiorno amici. Sono Mister Lui. Ho trovato interessanti tutti i
vostri commenti su questo strano personaggio. Ovviamente con queste mie
poche parole non posso far cambiare opinione a qualcuno di voi: i gusti
ovviamente sono gusti. Voglio perlomeno chiarire qualche dubbio e un
po� di confusione che ho notato.
Questo prodotto nasce come prodotto per i bambini. Infatti se avete
notato vanno in onda solo quando ci sono cartoni animati. Non
sostituisce le simpatiche gag casalinghe di �Italia uno�, bens� quella
voce che annunciava i programmi. Non � nato come prodotto intenzionato
a vendere di pi� qualche marchio pubblicitario. Non contiene nessun
messaggio subliminale, quindi l�amico che ha paura che qualcuno
controlli la sua mente ha un po� esagerato: non voglio conquistare il
mondo, a meno che non si senta in pericolo da uno che si prende
padellate in testa). Sono semplicissime scenette fini a se stesse. E�
stata una mia idea che ho inventato e girato a pellicola e poi ho
proposto alla rete. L�unico modo per inserirle negli spazi che vedete
era tagliarle ulteriormente (gi� erano molto corte). Pertanto spesso
forse sono incomprensibili perch� vi siete collegati con la seconda
parte, oppure avete visto solo la prima (oppure proprio non si
capiscono: alcune devo ancora capirle anch�io! ). Quindi sono state
tagliate per motivi di tempo e non per tenere incollati i bambini
davanti alla tv. Anzi, questa era stata una mia preoccupazione. Ma la
redazione che segue lo spazio bambini � molto attenta a queste cose ed
� formata da persone che ha dei bambini a casa: mi hanno spiegato che
nella fascia dei bambini non c�� un calo degli ascolti durante le
pubblicit�, pertanto non � sicuramente mister Lui a creare agganci
pubblicitari.

Il resto della risposta, su http://www.daveblog.net/

Invia email fino ad un gigabyte con MailBigFile

MailBigFile: invia messaggi di posta fino ad un gigabyteCi sono molti servizi web per inviare via email file molto grandi che le normali caselle di posta non permettono di ricevere.

Il servizio manda al destinatario una email con un link da cui scaricare l’allegato di grandi dimensioni che rimane disponibile sui loro server per un periodo limitato di tempo.

MailBigFile ha alcune caratteristiche che lo mettono in cima ai favoriti in questo settore: innanzitutto permette di inviare allegati fino ad un gigabyte, ogni file viene verificato tramite antivirus e tenuto in sicurezza tramiteencryption a 128 bit.

Funzionalit� super-apprezzata � quella dello stato di avanzamento
dell’upload, per verificare che non ci siano problemi, soprattutto se stiamo inviando grandi file. Dimenticavo di dirvi che � totalmente gratuito.

Via | Downloadblog.it

Un hard disk gigante diventa un tavolino!

Bisogna risalire alla preistoria informatica e scavare negli annali per scoprire quanto vecchio � questo cimelio informatico. Ebbene si. Anche in questo caso c’e’ qualcuno che ha utilizzato vecchissimi componenti per trasformarli in oggetti di uso comune o parte dell’arredamento.
Stiamo parlando di un vecchissimo Control Data Corporation 6603 Disk File Controller, un Hard Disk a tre piatti di enormi dimensioni (con un diametro di 26 pollici pari a poco pi� di 66 cm) con data di produzione 1967. Era in dotazione come memoria di massa al famosissimo CDC 6600, forse da considerare tra i primi supercomputer della storia.
Come � ovvio che sia, ormai in disuso c’e’ stato chi ha pensato di utilizzarne singole parti e trasformarle in un tavolino da caff�. Grand Idea Studio ha quindi realizzato questo splendido “oggetto d’arredamento”, unico nella fattispecie, ricoprendo la superficie dell’hard Disk con un vetro.

Via | Ictblog.it

Newswine – informazione condivisa e 20 inviti da condividere

Promette bene Newsvine, un nuovo aggregatore di informazione spinto verso la condivisione.

Ci si pu� limitare a leggere le notizie, provenienti da varie fonti in maniera ultratempestiva. Molte sono le sezioni del sito, ognuna con una home page che comprende le notizie da fonti ufficiali, le notizie scritte dagli utenti e quelle segnalate sempre dagli utenti.

Si possono scrivere le proprie storie indicizzate nella propria pagina e in quella relativa ai tag che abbiamo dato alla storia stessa. Si possono segnalare (seed) notizie dentro e fuori Newsvine per mettere in evidenza le notizie a nostro avviso pi� importnati ed interessanti, cos� da diffonderle tra gli utenti.

Ogni notizia pu� essere commentata, segnalata e discussa in una chat che si apre nella stessa pagina.Ogni utente ha la propria pagina per le notizie scritte in prima persona e quelle segnalate. Newsvine gira parte degli introiti pubblicitari che deriveranno da quella pagina, per incentivare gli utenti a produrre contenuti interessanti.

La beta � stata aperta a circa 7000 utenti ed ognuno di essi ha 20inviti per i propri amici. Di questi qualcuno � riservato gi� ad alcunepersone. Chi ne vuole uno pu� mettersi in coda lasciando un commento su questo blog.

Via | Pandemia.info

Technorati Tags: ,

Dall’ambulanza parte la crociata contro il canone

Fare il volontario � un p� come trascorrere la serata al motel. Almeno cos� sembrerebbero pensarla i vertici Rai, impegnati in queste settimane nell’annuale raccolta di soldi tra gli abbonati e che hanno ritenuto di inserire le associazioni di volontariato nella ‘categoria E’ delle tariffe dei canoni di abbonamento speciale.
Ovvero quella che comprende anche alberghi, motel e residenze turistiche con un solo apparecchio televisivo, o ancora negozi, mense aziendali, botteghe, e che prevede il pagamento di una tariffa annuale di 177,80 euro, contro i 99,60 euro per gli abbonamenti ordinari.
Un balzello che non piace al mondo del volontariato lariano. A cominciare dalle associazioni che si occupano di soccorsi sanitari. Tanto che il presidente di una di queste, Enrico Fagetti, responsabile della Sos di Olgiate Comasco, ha preso carta e penna e scrittoformalmente la sua protesta.
�Siamo in un Paese – lamenta Fagetti – dove chi pi� d� gratuitamente, pi� viene tassato. Il volontariato � uno dei pilastri della nostra societ�, � ora che anche lo Stato lo capisca e dimostri apprezzamento anche in quelle che possono sembrare piccole cose�, come, appunto, l’abbonamento Rai.
La presenza della tv, nelle sedi delle associazioni di soccorso, � quasi un obbligo, se si pensa che i volontari vivono notte e giorno in attesa di intervenire con le ambulanze: �E per alleggerire il turno di 8 ore ci si permette di vedere la televisione, che � diventata per noi un lusso� polemizza Fagetti.
La sola Anpas, in Lombardia, lo scorso anno ha garantito oltre 600mila servizi percorrendo con le ambulanze 12 milioni di chilometri.
Via | Corrieredicomo.it