Blog!

Nel gergo di Internet, un blog è un diario in rete.

Il termine blog è la contrazione di web log, ovvero “traccia su rete”. Il fenomeno ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America; nel 2001 è divenuto di moda anche in Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog.

Il termine weblog è stato creato da Jorn Barger nel dicembre del 1997. La versione tronca blog è stata creata da Peter Merholz che nel 1999 ha usato la frase “we blog” nel suo sito, dando origine al verbo “to blog” (ovvero: bloggare, scrivere un blog).

Per certi versi, la radio amatoriale è il predecessore della moderna Internet. Nel processo di miniaturizzazione, le stazioni radio si sono evolute da fisse (situate nelle case e negli uffici) a mobili (automobili, barche, autotreni) a portatili (a mano, sui vestiti e perfino impiantabili chirurgicamente). Allo stesso modo, la possibilità di pubblicare documenti su Internet si è evoluta da privilegio di pochi (università e centri di ricerca) a diritto di tutti (i blogger, appunto).

I blog hanno anche alcune somiglianze con i wiki, nel modo in cui vengono gestiti gli aggiornamenti, favoriti i commenti dei lettori e stimolate le nascite di community.

La struttura è costituita, solitamente, da un programma di pubblicazione guidata che consente di creare automaticamente una pagina web, anche senza conoscere necessariamente il linguaggio HTML; questa struttura può essere personalizzata con vesti grafiche dette templates (ne esistono diverse centinaia).

Il blog permette a chiunque sia in possesso di una connessione internet di creare facilmente un sito in cui pubblicare storie, informazioni e opinioni in completa autonomia. Ogni articolo è generalmente legato ad un thread, in cui i lettori possono scrivere i loro commenti e lasciare messaggi all’autore.

Il Blog è un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. È un sito (web), gestito in modo autonomo dove si tiene traccia (log) dei pensieri; quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni. In questo luogo cibernetico si possono pubblicare notizie, informazioni e storie di ogni genere, aggiungendo, se si vuole, anche dei link a siti di proprio interesse: la sezione che contiene links ad altri blog è definita blogroll.

Tramite il Blog si viene in contatto con persone lontane fisicamente ma spesso vicine alle proprie idee e ai propri punti di vista. Con esse si condividono i pensieri, le riflessioni su diverse situazioni poiché raramente si tratta di siti mono-tematici. Si può esprimere la propria creatività liberamente, interagendo in modo diretto con gli altri blogger.

Un blogger è colui che scrive e gestisce un blog, mentre l’insieme di tutti i blog viene detto blogsfera o blogosfera (in inglese, blogsphere). All’interno del blog ogni articolo viene numerato e può essere indicato univocamente attraverso un permalink, ovvero un link che punta direttamente a quell’articolo.

In certi casi possono esserci più blogger che scrivono per un solo blog. In alcuni casi esistono siti (come Slashdot) simili a blog, però sono aperti a tutti.

Alcuni Blog si possono considerare veri e propri diari personali e/o collettivi, nel senso che sono utilizzati per mettere on-line le storie personali e i momenti importanti della propria vita. In questo contesto la riservatezza, il privato, il personale va verso la collettività.

http://it.wikipedia.org/wiki/Blog

Come scaricare e salvare video da YouTube

Sappiamo tutti come YouTube stia crescendo molto rapidamente. Per fortuna qualcuno ha creato un piccolo script che permette di salvare i files youtube sul proprio computer.

Le istruzioni sono chiare, ma le ho tradotte in italiano (thx Almabyte) per renderle disponibili a tutti.

  1. Installare Greasemonkey Extension per Firefox.
  2. Cliccare col tasto destro questo .js file e selezionare “Install User
    Script” (ripetere il punto uno se non si vede questa opzione)

  3. D’ora in poi in ogni pagina youtube video ci sar� una barra rossa in alto, con il comando “Save As” per scaricare i video Flash (screenshot qui)
  4. Cliccare col tasto destro nella barra rossa, selezionale “Save Link As”
    e salvare il file con estensione .flv .
    Firefox cercher� di salvarlo
    come “get_video.php”, dovrete cambiare “.php” con “.flv,” e rinominare
    la prima parte a scelta.

Abbiamo quasi finito. Ora si deve scaricare un media player che legga i file .flv, oppure un
programma che li converta in altri tipi di file. Ecco i links:

FLV PLayers

FLV Converters


Dovrebbe funzionare. Postate pure i vostri commenti!

Thx to Mdf74 -> Via | Hiphopmusic.com

Guillermo Farinas, dissidente del regime cubano, rischia la vita per un’Internet pi� libera.

Guillermo Farinas, psicologo di 41 anni, � in sciopero della fame da trentasette giorni e sta rischiando la vita per gridare al mondo che l’Internet cubana no es libre. Il regime comunista, esattamente come avviene in Corea del Nord ed in Vietnam, permette l’accesso ai soli siti web nazionali ed incarcera chiunque utilizzi Internet per criticare il governo.

Negli ultimi mesi l’amministrazione castrista, al potere sin dalla rivoluzione del 1959, ha iniziato a perseguitare i dissidenti con un’aggressivit� senza precedenti. Gli attriti sociali sono alle stelle. Dall’inizio del 2006 ad oggi, le forze dell’ordine cubane hanno arrestato 333 cittadini, spesso accusati d’essere spie al soldo degli Stati Uniti.

Tutto l’articolo su Punto-informatico.it

Rimborso della licenza di Windows XP su un portatile nuovo

Rimborso di Windows? La licenza stessa lo prevede, in teoria � possibile, ma � tutto vero?

Come noto, negli ultimi decenni i personal computer si stanno diffondendo in tutta la societ� moderna in maniera capillare. Di solito con l’acquisto di un nuovo pc si acquista anche la licenza di Microsoft Windows che � indiscutibilmente il sistema operativo pi� utilizzato al momento.

Tuttavia non tutti usano Microsoft Windows o non tutti vorrebbero pagare la licenza per un nuovo pc essendo gi� in possesso di una licenza di Microsoft Windows valida. In ogni caso se io compro un nuovo pc portatile questo non significa che io debba per forza comprare la licenza di Microsoft Windows.

Nanofreesoft.org/licenzaWindows Via Punto-informatico.it