Video Renault: la vita elettrica

Mi piace
+1
Tweet

Renault ha rilasciato un simpatico video per mettere in luce i propri veicoli completamente elettrici. Come sarebbe il mondo se tutti gli strumenti che usiamo quotidianamente funzionassero con un motore a scoppio? Ecco, proprio questa domanda è al centro di Electric Life, il nuovo spot tv dedicato alle future elettriche Renault. “Siete già passati all’elettricità per molti oggetti. Quindi perché non farlo anche per viaggiare?” chiede la casa francese agli spettatori. Il momento del debutto delle francesi a zero emissioni si sta avvicinando e le armi della comunicazione sono già state affilate…

Video Renault: la vita elettrica é stato pubblicato su Autoblog.it alle 14:02 di lunedì 30 gennaio 2012.

Urban Green Energy @ CES Las Vegas 2012

Mi piace
+1
Tweet

Al CES di Las Vegas, oltre alle novità tecnologiche recensite su Gadgetblog, abbiamo raccolto qualche spunto interessante dal punto di vista ambientale. Urban Green Energy è una società specializzata in piccoli impianti per la produzione di energia elettrica, già operativa in 50 Paesi.

Abbiamo parlato con David Droz che ci ha illustrato la piccola turbina eolica ad asse verticale ospitata nello stand. Si tratta di una turbina capace, secondo David, di captare il movimento dell’aria in qualsiasi direzione sia diretto il vento; particolarità sono la silenziosità e la bassa velocità di esercizio. Nel filmato si vede la turbina da 600 W, ma l’azienda produce anche turbine da 1 kW e 4 kW. L’energia elettrica che si può ricavare è mediamente pari a 10.000 kWh per anno.

Parlando di costi, il costo del pacchetto completo che comprende turbina, batteria, stazione meteo, pannello di controllo e installazione si aggira sui 70.000 dollari. A questo possono essere sottratti eventuali incentivi che variano a seconda della nazione. Il progetto prevede un rientro in 5/7 anni, ma anche questo deve essere ovviamente calcolato tenendo presente il costo dell’energia in loco.

Se vi abbiamo incuriosito, potete trovare tutte le informazioni in dettaglio sul sito di Urban Green Energy.

Urban Green Energy @ CES Las Vegas 2012 é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 18:00 di mercoledì 25 gennaio 2012.

iOnRoad: applicazione smartphone per la distanza di sicurezza

Mi piace
+1
Tweet

Al CES di Las Vegas, tra le varie novità tecnologiche, gadgets e start-up di ogni genere c’era anche iOnRoad di Picitup. Abbiamo parlato con Ohad Akiva, Software Developer, che ci ha presentato il funzionamento. Si tratta di un’applicazione per smartphone pensata per migliorare la sicurezza degli autoveicoli. Senza entrare troppo nel tecnico, possiamo dire che viene utilizzata la “realtà aumentata” in modo da rilevare i possibili pericoli mentre si viaggia.

Puntando la fotocamera verso la direzione di marcia ed utilizzando l’accelerometro del GPS, iOnRoad trasformerà il nostro smartphone in una sorta di radar in grado di valutare velocità e distanze, in modo da avvisarci nel caso in cui la distanza di sicurezza non sia rispettata. L’applicazione può funzionare in “background”, in contemporanea ad esempio con un navigatore satellitare.

Attualmente è disponibile per i sistemi Android (requisiti minimi Android 2.2, CPU speed 1 GHz, Camera VGA video, risoluzione 800×480), mentre è allo stato di sviluppo la versione per iPhone. Il bello è che iOnRoad al momento è gratis: ognuno può scaricarla e provarla, decidendo se è davvero utile o meno.

iOnRoad: applicazione smartphone per la distanza di sicurezza é stato pubblicato su Autoblog.it alle 01:05 di mercoledì 25 gennaio 2012.

I’m Watch @ CES Las Vegas 2012

Mi piace
+1
Tweet

Tra le novità presenti al CES di Las Vegas, una in particolare ha catturato la nostra attenzione. Si tratta dell’ I’m Watch, ovvero il primo smartwatch al mondo, progettato e assemblato in Italia. Abbiamo avuto l’occasione di parlare con Lucas Hwang, che ci ha presentato le numerose funzioni di I’m Watch.

Vediamo rapidamente le caratteristiche: schermo multi-touch da 1.55” in vetro zaffiro curvilineo e corpo in alluminio per soli 70 grammi di peso. Funzioni: telefonate in arrivo con nome e numero, chiamate attraverso la rubrica, anteprima degli sms, posta elettronica, musica, informazioni di borsa, avvisi di agenda, facebook, twitter, previsioni meteo e player musicale. Sistema operativo Android 1.6 customizzato, Flash Drive da 4GB e RAM da 64MB a 128 MB, CPU: IMX233. Batteria ricaricabile Li-Po 450 mA con autonomia in Standby senza connessione Bluetooth fino a 48 ore e con connessione Bluetooth fino a 24 ore. I’m Watch non si connette direttamente in rete ma sfrutta le connessioni in tethering; alcune funzionalità di i’m Watch, sono possibili su dispositivi che lo consentono (Android, Blackberry), anche in assenza di connessione ad internet tramite l’applicazione i’m Sync.

Acquistabile direttamente dal sito ufficiale senza costi di spedizione per quanto riguarda il territorio italiano, i prezzi variano dai 249 euro per la versione da 64mb con cinturino in silicone, fino ad arrivare ai 14.999 euro per il modello di punta I’m Jewel in versione “White Gold and Diamonds” con accelerometro e magnetometro.

Sul sito I’m Watch è possibile trovare ogni tipo di informazione.

I’m Watch @ CES Las Vegas 2012 é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 19:34 di martedì 24 gennaio 2012.

Ford: immagini dallo stand al CES di Las Vegas

Mi piace
+1
Tweet

Stand Ford al CES 2012

Siamo qui al CES di Las Vegas grazie all’invito di Ford, dove abbiamo potuto vedere un esemplare della nuova Fusion, la Evos e la Focus Electric, vetture dal notevole significato esposte in contemporanea al salone di Detroit. La Fusion misura 4.87 metri in lunghezza e rappresenta il più interessante e trasversale accenno di globalizzazione applicato all’automotive, visto che introduce una nuova piattaforma destinata alle Fusion, Mondeo e Lincoln MKZ: da tre piattaforme distinte si passa ad una soluzione condivisa, economica e profittevole – ma non certo priva di raffinatezze tecniche -, che rende più concreto il tentativo di razionalizzare la gamma e diminuire le ossature presenti. A tal proposito Carscoop scrive che i piani dell’Ovale si stanno concretizzando ad un ritmo superiore rispetto a quanto inizialmente prospettato.

I tecnici pensavano infatti di razionalizzare la produzione ed eliminare una piattaforma dopo l’altra fino ad un totale di 11 entro il 2014, quando in realtà potranno sbarazzarsi di ulteriori 2 piattaforme entro la fine del 2013. Queste 9 ossature serviranno l’85% della produzione Ford globale e garantiranno benefici economici e in termini di qualità. La Fusion, com’è evidente, trae ispirazione dalla Evos e pertanto aggiorna il precedente motivo stilistico noto come Kinetic Design. Questo prototipo dalla carrozzeria slanciata (4.50×1.97×1.36 metri) anticipa i futuri connotati di un marchio in trasformazione, alla ricerca di una nuova identità giocoforza più globale e non più subordinata a gusti o richieste di uno specifico mercato.

Per questo motivo la Fusion darà origine alla Mondeo europea, seguendo un copione già recitato dalle Fiesta e Focus: i tecnici dell’Ovale non devono quindi sviluppare due vetture differenti ma limitarsi ad aggiornarne una. La Evos ha introdotto la nuova griglia anteriore dal forte sapore Aston Martin, utilizzata – fra le altre – dalla Focus Electric. L’hatchback elettrica sarà in commercio entro il 2013 ed utilizza una piattaforma composta da un motore elettrico con potenza di 125 CV e coppia di 245 Nm, da batterie agli ioni di litio (prodotte da LG Chem) posizionate al retrotreno e da una trasmissione a rapporto singolo. .

Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012

Il marchio dell’Ovale espone infatti a Las Vegas l’ultima evoluzione del suo sistema SYNC, che a partire dal 2012 sarà offerto (in opzione) anche per le automobili con specifiche europee. Il SYNC riceve ora l’integrazione con i sistemi MyKey e beneficia di numerosi funzioni, compreso il riconoscimento vocale di oltre 10.000 comandi in 19 lingue, la possibilità di allestire un hotspot wi-fi e di collegare i più vari dispositivi tramite porta USB, ingressi aux in per audio e video e di leggere schede SD attraverso un apposito lettore. In precedenza abbiamo citato il MyKey, ovvero una dispositivo che permette di stabilire alcuni parametri senza che il conducente possa modificarli.

Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012

I genitori vogliono tenere “a freno” il proprio figlio? Con il MyKey possono limitare la velocità massima e il volume dell’audio, oppure possono impostare dei segnali d’allarme qualora vengano superate delle velocità pre-stabilite. Il Ford SYNC interagisce infine con l’Emergency Assistance. Quest’ultimo lancia un segnale d’allarme e richiede assistenza nel caso l’auto sia rimasta coinvolta in un sinistro.

Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012Stand Ford al CES 2012

Ford: immagini dallo stand al CES di Las Vegas é stato pubblicato su Autoblog.it alle 11:45 di venerdì 13 gennaio 2012.

Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012

Mi piace
+1
Tweet

Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012

Sveliamo una parte del mistero creato nel post relativo alla seconda generazione di Chromebook. Il Chromebox esiste, e l’abbiamo visto funzionante qui al CES di Las Vegas. Non è ancora dato da sapere le caratteristiche tecniche; l’unica cosa che possiamo dire è che il giochino in flash che accompagnava la dimostrazione era scattante e fluido.

Novità certe invece per il Chromebook. Samsung continua con convinzione a percorrere la difficile strada del sistema operativo Google. Il nuovo Chromebook è performante tre volte rispetto alla prima versione. L’unico neo ovviamente rimane la connessione. Finchè le compagnie telefoniche non stipuleranno accordi tra loro per abbattere i costi di roaming dati, poter usare il Chromebook all’estero sarà quasi impossibile. L’abbiamo sperimentato qui a Las Vegas, dove il wi-fi è quasi sempre a pagamento con costi non indifferenti. Ce la farà il Chromebook ad emergere nonostante queste limitazioni? Attendiamo di provare la nuova versione, prima possibile.

Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012
Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012

Samsung Chromebook e Chromebox @ CES 2012 é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 02:38 di venerdì 13 gennaio 2012.

Ford Sync @ CES Las Vegas 2012

Mi piace
+1
Tweet

gary strumolo

Invitati da Ford al CES di Las Vegas, abbiamo visitato l’area dedicata alle innovazioni nel settore salute e medicina. Gary Strumolo (Vehicle Design and Infotronics di Ford) ha parlato del Ford Sync come possibile strumento di diagnosi. La base di partenza è l’esperienza americana, dove il 90% degli utenti cerca su internet suggerimenti medici prima di andare dal dottore. Le funzioni di salute e benessere sono quelle più utilizzare in rete dopo l’email ed i motori di ricerca. Nello stesso tempo le applicazioni che riguardano la salute erano già 17.000 nel 2010 e si pensa che nel 2015 vengano utilizzare da 500 milioni di utenti.

Rimanendo sempre nell’ambito degli Stati Uniti, viene quindi specificato che il tempo medio passato al volante è considerevole: perchè allora non utilizzare il Ford Sync, che già di occupa dell’infotainment, per migliorare la vita delle persone? Ford ha quindi sviluppato sistemi che grazie al Sync permettono di monitorare il battito cardiaco e la pressione sanguigna, ed ancora il livello di glucosio per i diabetici. In particolare il diabete è una malattia che preoccupa molto qui negli Usa. Avere la possibilità di controllare continuamente il livello di glucosio può diventare fondamentale ad esempio per evitare incidenti dovuti agli effetti del diabete. Altri possibili sviluppi: per chi soffre di allergia il Sync può valutare le condizioni atmosferiche e dell’ambiente e impostare il riciclo interno dell’aria, oppure proporre percorsi di guida alternativi.

I dati ricevuti dal Sync possono essere salvati in rete (o su “cloud”) e condivisi su altre applicazioni. Ford ha stipulato un accordo con Welldoc, al momento l’unica app certificata dalla FDA, che elabora i dati raccolti e suggerisce consigli di comportamento.

Il concetto finale è che prendersi cura di se stessi all’interno della tua auto. Un concetto stravagante? Per qualcuno potrebbe anche essere così, ma che per tutti quelli che, ad esempio, utilizzano l’auto per lavoro, potrebbe rivelarsi decisamente interessante.

Ford Sync @ CES Las Vegas 2012 é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 01:50 di venerdì 13 gennaio 2012.

Microsoft Windows 8 Preview @ CES 2012

Mi piace
+1
Tweet

Un piccolo filmato per riassumere le novità di Windows 8, presentato qui a Las Vegas. E’ una versione ridotta del filmato che caricheremo prima possibile e che è indice dell’organizzazione del CES, studiata a misura di americano. Non c’è connessione wifi se non a pagamento (e non costa poco): chi vuole caricare file media deve andare in sala stampa, con buona pace del live blogging per chi non è americano e non ha un piano dati per la propria sim.

Cosa possiamo dire di Windows 8 se non “finalmente”? Ad una prima occhiata sembra un buon prodotto, che dovrebbe relegare al passato tutte le lamentele tipiche degli utenti Windows. Il nuovo sistema operativo è in grado di viaggiare su qualunque tipo di device, dal pc al tablet, mantenendo inalterate le proprie funzionalità. Bello da vedere, con il Metro Style già visto negli scorsi mesi, risulta essere nello stesso tempo ordinato ma non “noioso”; le finestre si muovono in maniera rapida e fluida.

E’ possibile ovviamente memorizzare più account, ma se uno di questi è salvato sul “cloud”, è possibile spostarsi da un device all’altro avendo sempre le proprie impostazioni. Interessante la “password gesture”: è possibile salvare alcuni movimenti del mouse come password, anzichè digitare lettere e numeri. In Metro Style le applicazioni occupano completamente lo schermo, non c’è alcuna barra.

Microsoft Windows 8 @ CES Las Vegas 2012
Microsoft Windows 8 @ CES Las Vegas 2012Microsoft Windows 8 @ CES Las Vegas 2012Microsoft Windows 8 @ CES Las Vegas 2012Microsoft Windows 8 @ CES Las Vegas 2012

Le applicazioni possono essere organizzate spostandole e creando nuovi gruppi. Non è però necessario trascinarle gruppo per gruppo: è possibile zoomare e quindi spostare da un gruppo all’altro direttamente.

E’ presente un Market per le applicazioni. La particolarità è che il Market permette versioni trial, considerando l’utilizzo del software con un sistema di crediti. Questo permette agli utenti di provare il software gratuitamente, ed agli sviluppatori di non dover lavorare sulla versione completa e sulla versione trial. Interessante il task manager, che ci informa che le applicazioni non in primo piano, “consumano” lo 0% della cpu. Le applicazioni vengono infatti messe in uno stato di freeze finchè non vengono richiamate nuovamente.

Quelle elencate qui sopra sono ovviamente alcune delle funzionalità del sistema operativo. Come detto inizialmente l’impressione è stata positiva. Il personale Microsoft presente nello stand ha più volte sottolineato le parole “senza compromessi”. Vedremo nei prossimi mesi, magari con un prova approfondita, se Windows 8 saprà mantenere le promesse.

Microsoft Windows 8 Preview @ CES 2012 é stato pubblicato su Downloadblog.it alle 01:02 di venerdì 13 gennaio 2012.

Innovation Power Panel Keynote @ CES 2012

Mi piace
+1
Tweet

Alan Mulally

In questo momento mi trovo a Las Vegas per il CES 2012. Il primo impatto è quello di trovarsi tra migliaia di “amici”, ovvero di appassionati e professioni di tecnologia, ognuno con un compito ben preciso. C’è chi presenta nuovi prodotti, e chi cerca di capire quale avrà successo.

Siamo stati invitati qui da Ford, come seconda parte dell’iniziativa che ha portato al Salone di Detroit 150 bloggers provenienti da tutto il mondo. Un’operazione che ha suscitato scalpore tra gli addetti ai lavori del mondo dell’automobile, perchè per la prima volta si sono ribaltati i rapporti: Ford ha invitato più bloggers che giornalisti: è l’alba di una nuova era? Ovviamente noi speriamo di si.

Veniamo allora all’Innovation Power Panel Keynote al quale abbiamo assistito. Moderatore dell’incontro Gary Shapiro, presidente e CEO della Consumer Electronics Association (CEA), ospiti Usula Burns (chairman e CEO di Xerox), Alan Mulally (presidente e CEO di Ford) e John Stratton (presidente di Verizon Enterprise).

L’innovazione va di pari passo con gli investimenti, ma cosa accade quando gli investitori chiedono di tagliare i costi? Può accadere che le loro attenzioni si rivolgano verso le voci di spesa più grandi, come ad esempio lo sviluppo. Shapiro chiede allora come si comportano le aziende degli ospiti. Per noi, dice la Burns, non è un problema. Se non investi oggi non avrai mai un lungo futuro. Dobbiamo togliere la pressione sull’abbattimento dei fondi sugli investimenti. Mulally è d’accordo: se fermi gli investimenti è come abdicare. Qualcun altro può insidiare la tua posizione. E’ proprio investendo che cerchiamo di essere pionieri dell’innovazione. Stratton prosegue il discorso: ogni tecnologia di successo è frutto di una lunga ricerca. La ricerca porta a nuovi prodotti, con i quali si faranno buoni profitti. Se uno vuole i profitti, deve investire.

La ricerca è comunque fatta dalle persone: come si scelgono le persone giuste? Shapiro fa riferimento a Mulally: quando sei arrivato dalla Boing, eri uno “fuori dal giro” di Detroit. Si, risponde Mulally, ma arrivavo da un mondo che si occupava di questioni complesse, come costruire aeroplani. Ho seguito la visione di Henry Ford, continuare sull’innovazione. Ford diceva che c’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti, ed è questa la strada che continuiamo a percorrere. Abbiamo aperto fabbriche in tutto il mondo per essere più vicini alle persone in ogni luogo, abbiamo creato posti di lavoro in tante nazioni, con noi lavorano persone di nazionalità diverse.

I fallimenti aiutano a crescere? Si, dice Mulally, che come Stratton afferma che i fallimenti sono indispensabili alla crescita anche se, ovviamente, non sono incoraggiati… E’ grazie agli insuccessi che c’è anche un continuo miglioramento. Opinione per certi versi diversa quella della Burns, che punta sulla differenza tra errori e fallimenti: tutti noi facciamo errori, ma non per questo si deve parlare di fallimento. Sono due cose simili ma diverse, gli errori si possono correggere e le persone intelligenti subito dopo aver commesso un errore, pensano a come rimediare.

Torniamo allora al punto iniziale. Le incertezze dei mercati non invita alla ricerca, ma si tratta di una scelta obbligata per le aziende che puntano ad essere leader nel proprio settore.

Innovation Power Panel Keynote @ CES 2012 é stato pubblicato su Downloadblog.it alle 00:33 di venerdì 13 gennaio 2012.

Video: Ford Fusion – Salone di Detroit 2012 Live

Mi piace
+1
Tweet

<a href="http://www.linkedtube.com/3p97uteuQEk844db4ce6fb45fa92abb9115d51e496e.htm">LinkedTube</a>

Dopo le foto ecco il video live con l’arrivo della Fusion qui al Salone di Detroit. Come già accennato si tratta del modello che in Europa sostituirà la Mondeo e ne riprenderà il nome. L’auto, che arriverà sul mercato statuintense in autunno, sarà proposta con motorizzazioni a benzina, ibride ed ibride plug-in. Al momento del lancio si potrà scegliere tra un 2.5 litri da 170 cavalli, un EcoBoost 1.6 litri da 179 cavalli, un Ecoboost 2.0 litri da 237 cavalli ed una variante ibrida da 185 cavalli.

Successivamente arriverà la versione Energi, ibrida plug in basata sulla versione ibrida 2.0 litri con in aggiunta la possibilità di caricare la batteria tramite presa della corrente ottenendo così un’autonomia massima di 800km. Saranno disponibili sia un cambio automatico a sei rapporti, sia due automatici a sei marce che equipaggeranno l’auto a seconda del propulsore scelto.

La trazione è anteriore per tutte le motorizzazioni con integrale optional per la sola EcoBoost 2.0 litri con cambio automatico SelectShift. All’interno dell’auto gli eleganti interni incorniciano il sistema MyFordTouch che gestisce tutto il sistema di infotainment grazie ai comandi vocali ed al monitor touch screen presente al centro della plancia.

Ford presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di Mondeo

Ford presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di Mondeo

Ford presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di MondeoFord presenta la Fusion, modello globale che in Europa prenderà il nome di Mondeo

Video: Ford Fusion – Salone di Detroit 2012 Live é stato pubblicato su Autoblog.it alle 20:00 di lunedì 09 gennaio 2012.