Parlamento approva: sì all’uso delle basi italiane

La linea del governo ha raccolto alla Camera 304 voti a favore mentre i contrari sono stati 246. Al Senato 159 sì e 124 no
ROMA – L’aula della Camera ha approvato la risoluzione della maggioranza sulla crisi irachena che concede basi e spazio aereo italiano alle forze militari Usa. I voti a favore sono stati 304, i no 246. Due gli astenuti. Brevissimo il testo del documento: «La Camera, udite le dichiarazioni del Presidente del Consiglio, le approva». Il premier aveva parlato in mattinata sulla situazione della crisi e, dopo il voto, si è dichiarato soddisfatto.

RESPINTA LA MOZIONE DELL’OPPOSIZIONE – L’assemblea di Montecitorio ha invece respinto con 305 voti contrari, 247 voti favorevoli e tre astenuti la mozione unitaria di Ulivo e Rifondazione Comunista che chiedeva un impegno del governo a non concedere «alcun supporto politico, diplomatico, operativo e logistico» nell’imminente conflitto iracheno.

SENATO – In serata anche l’assemblea del Senato ha approvato la risoluzione di maggioranza che dispone l’utilizzo delle basi militari, delle infrastrutture e il sorvolo per gli aerei impegnati in Iraq. La mozione ha ottenuto 159 sì, 124 no e un astenuto.
19 marzo 2003

Rispondi