Cina: in giro con due autoscontri


Davvero bizzarra questa “immagine del giorno” del Telegraph. A Taizhou, nella provincia cinese di Zhejiang, i poliziotti che stavano controllando i monitor del traffico locale hanno beccato in flagrante un uomo mentre guidava in strada non una, ma ben due autoscontri. Seduto sul bordo delle automobiline, con ognuno dei due piedi sul pedale del gas, procedeva creando un po’ di scompiglio.

Avvisati i colleghi in zona, quest’ultimi sono riusciti a fermarlo. Come scusante l’uomo è riuscito solo a dire che era il modo più economico per spostare le due automobili presso un altro parco divertimenti. Il Sig. Zhang ha aggiunto allora che era la prima volta che lo faceva, e che non sapeva fosse illegale.

Già immagino le espressioni di quanti hanno appena letto la difesa del Sig. Zhang ma attenzione, perchè il bello deve ancora arrivare. I poliziotti hanno constatato che per la legge cinese gli autoscontri non sono classificati come veicoli a motore, quindi non possono circolare. Fin qui tutto chiaro. Ma la legge cinese non dice come deve essere punita l’eventuale infrazione di autoscontri circolanti su strade pubbliche. Quindi? Niente multa ma solo un avvertimento verbale: “non lo faccia più”. E a questo punto, il dubbio che il Sig. Zhang la sappia più lunga di quanto voglia far credere… è quasi una certezza.


Nell’immagine qui sopra, i due autoscontri fermati dalla polizia. Da notare i tendoni, uno dei quali si vede anche nell’immagine della tv a circuito chiuso, segno che Zhang non dovrebbe aver compiuto molta strada…

Mentre stavo cercando di documentarmi maggiormente a proposito del traffico cinese, ho trovato il video qui sopra. Su Youtube ce ne sono a centinaia ma questo mi ha colpito maggiormente. C’è un po’ tutto il campionario di cosa non si dovrebbe fare in strada, ma non è tutto: osservate cosa accade dietro a chi sta riprendendo… !

Cina: in giro con due autoscontri é stato pubblicato su Autoblog.it alle 16:00 di giovedì 14 aprile 2011.

Rispondi