Contributi pubblici all’editoria? No grazie.

Questo è un sito “aperto”. Tutti i contenuti sono accessibili. Eppure non percepisco alcun aiuto da parte dello Stato. Poco male, dirà qualcuno, su questo blog c’è poca informazione.

Però a pensarci bene nemmeno l’editore per cui lavoro percepisce contributi statali. Nonostante questo è riuscito a creare un network di blog in 5 nazioni, che offrono informazione gratuita, tutti i giorni, 24 ore su 24.

Senza piagnistei e isterismi, come l’immagine del Manifesto presa ad esempio.

Rispondi