Hp ed il destino di webOs: visioni a confronto.

Mi piace
+1
Tweet

webosCome avrete certamente letto, HP ha detto addio a webOs e forse anche al mercato dei pc.

In queste ore si sono succedute analisi e dichiarazioni, vediamone insieme qualcuna. Assolutamente comprensibile l’amarezza da parte degli utenti. Possiamo immaginare la loro reazione ben rappresentata nell’ennesima parodia di Hitler nel film “La caduta”. In particolare su webOs Italia raccontano come nel 2008 webOs fosse un buon sistema operativo con rosee prospettive:

Quando nel “lontano” 2008 Palm, un’azienda per nulla grossa, ma con una notevole esperienza nel campo del mobile, propose il suo primissimo Pre, animato dalla prima versione di WebOs, fece restare allibito chiunque lo vedesse, provasse, analizzasse o, cosa che si è sempre fatta…confrontasse. Chi erano i concorrenti all’epoca? I neonati iOS e Android. Loro avevano non pochi colli di bottiglia, goffi e pieni di bug, spesso si incartavano e i rallentamenti erano all’ordine del minuto; WebOs aveva l’eccezionale talento di essere tanto reattivo, quanto incredibilmente semplice, intuitivo e privo di architetture complesse ecc.

Dichiarazioni forse un po’ troppo di parte, ma c’è anche da dire che non si sono mai presentate critiche particolarmente feroci nei confronti di webOs come invece è accaduto sia per Android sia per iOs. D’altra parte non è detto che un buon sistema operativo sia automaticamente il re del mercato. Qualcuno si ricorda di OS/2 Warp? Eppure la storia sembra ripetersi, sempre leggendo webOs Italia.

Eppure in molti da ieri sera si sono chiesti: Come è possibile che un OS così potente, che anima terminali estremamente ben fatti, di alta qualità, venduti a prezzi più che modici, si trovi a non reggersi più inpiedi? Sta collassando. Dove, come e perchè? Porca Miseria! Era un OS che mossberg ha ritenuto, alla sua nascita, un mostro di potenza, indubbiamente superiore alla concorrenza. Oggi può essere solo migliorato. Cos’è che ha fatto traballare tutto?

Semplice. La mancanza di Volontà. In un momento in cui la crisi dei sistemi sta violando con forza le sicure serrature che fino a qualche anno fa garantivano prosperità alle più grandi produttrici tanto di hardware, quanto di software, sta facendo spaventare la stessa HP, la quale si è resa conto che il produrre materiale fisico porta solo pochi vantaggi, ormai meglio buttarsi sui servizi. E così ecco che si interessa ad aziende che propongono e producono solo questo. Servizi.

Ma contro chi ha combattuto HP? Su Gadgetblog abbiamo parlato di come HP sia stata messa al tappeto da Apple, mentre inaspettatamente è proprio dai nostri amici di Melablog l’onore delle armi:

Dal punto di vista dell’utenza Apple, apparentemente non cambia nulla, ma in realtà ci rimettiamo un po’ tutti. WebOS possedeva poderose potenzialità per fronteggiare iOS con fierezza: è l’eroe gagliardo di un romanzo scritto da autori con le idee poco chiare, un eroe irrimediabilmente in ritardo. Non è mai detta l’ultima parola, per carità, ma è evidente che questo gioco del passaggio di mano non farà altro che affossare ulteriormente un Sistema Operativo meritevole di ben altro destino.

Un buon sistema operativo, quindi, sedotto e abbandonato da politiche aziendali sbagliate. Ci associamo allora a Melablog, nella speranza che in qualche modo possa sopravvivere…

Hp ed il destino di webOs: visioni a confronto. é stato pubblicato su Downloadblog.it alle 15:50 di venerdì 19 agosto 2011.

Rispondi