Satnav 3d System nei supermercati Tesco

tesco

Cosa ci fa un sistema di navigazione satellitare all’interno di un supermercato? La domanda giunge spontanea dopo aver letto un articolo di ZDnet che riporta il via ai test sui nuovi Satnav 3d System nei supermercati inglesi Tesco. Lo scopo di Tesco è inviare all’utilizzatore il percorso più rapido per effettuare i propri acquisti. Ovviamente il cliente dovrà prima di tutto inserire i prodotti desiderati in un’applicazione per Android. La stessa restituirà una mappa 3D del supermercato, indicando la “rotta” più breve. Tesco fa notare che si tratta di una sperimentazione in senso stretto, e che non è detto verrà implementata. Allo stesso tempo svela che non si tratta di un vero e proprio sistema satellitare, ma di una tecnologia che utilizza una triangolazione WiFi.

Una tecnologia di questo genere è davvero utile? Il mio primo pensiero è che per quanto possa fare la spesa rapidamente, il vero collo di bottiglia non è il percorso scelto, ma la coda alle casse. Forse alla Tesco non hanno questi problemi: soprassediamo per un momento alla questione pratica e vediamo di capirne di più. Può essere un sistema utile per ricerche di marketing? Facciamo un paio di esempi. Qualcuno potrebbe dubitare della risposta del navigatore: chi mi dice che il percorso proposto, anzichè essere il più breve, è quello che mi porta verso un determinato prodotto? Situazione verosimile ma che potrebbe essere smascherata rapidamente con una brutta figura per il supermercato. Vediamo allora una situazione più subdola. Tracciando i percorsi dei clienti, è possibile capire quali sono i punti di maggior passaggio. Questo potrebbe essere legato alla natura dei prodotti venduti, ma anche alla pianta ed alla distribuzione interna. A questo punto è facile immaginare come potrebbero essere usate queste informazioni. Certamente in questi punti di passaggio quasi obbligato, verrebbero collocati prodotti che il supermercato ha convenienza a vendere.

Ci troviamo insomma in un caso in cui la tencologia è un’arma a doppio taglio. Può aiutarci nelle piccole cose di tutti i giorni ma allo stesso tempo può essere usata per scopi “collaterali”, legittimi ma anche potenzialmente furbeschi. Non è la prima volta che poniamo questo problema. Lo scorso Settembre parlavamo infatti di tecnologie che possono consigliarci o diventare stalker. Una linea di confine sottile. difficile da marcare perchè ognuno di noi ha preferenze diverse.


Ora, per non voler dare l’impressione di essere contro a tutti i costi, vediamo qualcosa di interessante proposto al Next11 di Berlino dal dott. Euro Beinat di CurrentCity. Se potessimo raccogliere, ovviamente in maniera anonima, i dati di una moltitudine di persone potremmo riuscire a disegnare meglio le nostre città. Un concetto noto a tutti quelli che frequentano le facoltà di architettura ed urbanistica. Durante il proprio discorso, Beinat fa proprio riferimento ai percorsi nei supermercati, spiegando che quelli sono cose da maketing. Se invece di disegnare i percorsi, mappiamo i punti di passaggio, otteniamo un grafico diverso che ci riporta alla considerazione fatta precedentemente, ovvero le aree di passaggio “obbligato”, come nell’esempio qui sotto.


Diventa ovviamente più complesso ma allo stesso modo più affascinante, aggregare ad esempio il traffico dati sms, quello di flickr o quello telefonico. Sarà allora possibile individuare quali zone della città vengono “vissute” maggiormente, in quali giorni ed in quali orari e, non ultimo, in che modo. Lo studio di questi dati dovrebbe quindi portare a scelte politico amministrative in grado di dare risposte adeguate ai cittadini.

E’ vero, abbiamo divagato bel oltre le soglie di Tesco e di come fare la spesa, d’altra parte si tratta di mondi non ancora esplorati e suggestivi. Tornando al supermercato, propongo una domanda che credo si pongano tutti, sempre. Qual è la cassa più veloce? Se i signori di Tesco inventassero una tecnologia a questo scopo, credo che avrebbero i propri supermercati pieni di clienti…

Foto | Flickr

Satnav 3d System nei supermercati Tesco é stato pubblicato su Downloadblog.it alle 12:00 di mercoledì 01 giugno 2011.

Rispondi