Simoncelli, Motoblog, la tv e gli sciacalli

Mi piace
+1
Tweet

Per molti di noi la giornata di ieri rimarrà per sempre un ricordo indelebile nella memoria. Una giornata che per la MotoGP era iniziata bene, con l’avvincente duello tra Simoncelli e Bautista e quell’incredibile sequenza di sorpassi. Quello che è accaduto qualche minuto dopo lo sappiamo. Un fulmine che ha abbattuto in pochi istanti le nostre certezze e le nostre speranze di vedere Marco sul gradino più alto del podio nella classe regina.

Per noi di Motoblog Simoncelli rappresentava più di un pilota. E’ stato il primo che eravamo riusciti ad intervistare, nel lontano 2006, quando Motoblog era un sito semisconosciuto e Marco una giovane promessa che si affacciava nella 250 con Gilera. Indimenticabile il suo “Zao Motoblog!“. Negli anni lui cresceva e nello stesso tempo crescevamo anche noi. E anche quando ogni tanto ci capitava di incontrarlo, ci sembrava sempre uguale: aveva la stessa simpatia con la quale ci aveva salutato la prima volta.

Ieri abbiamo sperato con tutto il cuore di rivedere Marco in tv come avevamo visto Uncini intervistato da Biagi, dopo l’incidente del 1983 citato in diretta da Meda e Raggiani. Ed a proposito dei commenti televisivi, che ci capita ogni tanto di criticare, riconosciamo ai due di aver portato a termine con dignità una cronaca diventata difficile e pesante. Senza mai andare fuori dalle righe, senza far uscire una parola fuori posto. Siamo stati tutti con Beltramo quando cercava di saperne di più e veniva allontanato: la nostra era preoccupazione vera. Non abbiamo avuto la sensazione di una tv a caccia della notizia morbosa, e di questo dobbiamo dare atto a chi ha vissuto la tragedia sul circuito.

Dopo l’ultimo comunicato abbiamo deciso di partecipare al lutto, non aggiornando il blog per tutto il pomeriggio. Non ci sembrava il caso di rimestare una vicenda per la quale in quel momento non avevamo altro da aggiungere. E’ stato allora che ci siamo resi conto che stavano entrando in gioco gli sciacalli, quelli che con un bel pelo sullo stomaco cercano di trarre profitto, disinformare o giocarci sopra.

E’ nata la pagina Facebook sulla morte di Marco, che non linkamo per pudore: quasi 300.000 like in un solo giorno. Probabilmente creata dalla stessa mano che ha realizzato la finta pagina di Valentino Rossi, e che ha deciso di mettere in bocca a Valentino parole su Simoncelli. Parole che sono diventate poi la “lettera di Valentino Rossi”, apparsa sul sito di un noto settimanale italiano e poi riprese da mezzo mondo, nonostante la smentita di Brivio su Twitter. E’ proprio su Twitter che interviene Valentino Rossi, quello vero:

Il Sic per me era come un fratello minore,tanto duro in pista come dolce nella vita.Ancora non posso crederci,mi mancherà un sacco.

Arrivano anche gli errori in buona fede. Ci passano un link al casco di Simoncelli dopo l’incidente: è una mezza bufala, si tratta di una caduta del 2010. Nel frattempo di scatena la macchina mediatica, la sequenza dell’impatto viene pubblicata su qualsiasi sito, tutti diventano esperti di motociclismo e ci spiegano come sia potuto accadere l’incidente. Questa mattina troviamo in prima pagina su alcuni quotidiani la foto di Marco riverso per terra, indifeso, con la testa sull’asfalto, con buona pace di quanti predicano il buon giornalismo e che accusano i blog come il nostro di fare qualsiasi cosa “per qualche click in più”. Si sparge anche la voce che Valentino stia meditando il ritiro. Falso anche questo, come scrive Uccio su Twitter:

Per quelli che lo chiedono, Vale non sta pensando assolutamente di smettere… Mi dispiace che girino queste notizie false in momenti così.

Alla fine di tutto, sentendo cosa dicono le persone, un po’ ci stupisce, e un po’ no, di quanti “motociclisti da bar” ci siano in Italia… in fin dei conti siamo o non siamo una nazione di C.T.?

Abbiamo deciso che questa giornata sarà dedicata esclusivamente a Marco. Ringraziamo tutti coloro i quali ci hanno inviato mail con i propri pensieri o con le proprie idee su come si potrebbe commemorare il Sic in pista: vi abbiamo letto con attenzione. Da domani torneremo non senza difficoltà a parlare delle nostre passioni, di moto e motociclismo.

Simoncelli, Motoblog, la tv e gli sciacalli é stato pubblicato su Motoblog.it alle 12:51 di lunedì 24 ottobre 2011.

Un pensiero su “Simoncelli, Motoblog, la tv e gli sciacalli”

Rispondi