MG Extender: il pickup cinese alla conquista dell’Asia

mg extender

Si chiama MG Extender e non è altro che il Roewe Maxus T70. Non fatevi ingannare dai nomi, perchè sia MG sia Roewe sono in realtà di proprietà della cinese SAIC. Proprio MG, acquisita nel 2017, è utilizzata per una espansione dei cinesi verso i mercati internazionali.


Un lancio particolare, effettuato in Thailandia, dove i pickup rappresentano il 50% del mercato. E non è un caso che l’MG Extender verrà assemblato a Chon Buri in Thailiandia, dove tra l’altro anche Isuzu produce il pickup D-Max. Nello stesso Paese l’azienda ha già iniziato la commercializzazione dell’MG V80, ovvero il furgone tuttofare Maxus V80 rimarchiato, ma anche le berline MG 3, MG 5 e MG 6 prodotte localmente e i crossover MG ZS e MG GS.

Il motore dell’MG Extender è un turbodiesel da 2,0 litri da 160 cv. Sarà possibile scegliere il cambio manuale a sei marce oppure l’automatico a sei marce. I modelli base utilizzano la trazione posteriore, mentre per la trazione integrale bisogna salire di livello. Il pickup è dato di lane departure warning, fari a LED, sedili in pelle, superfici interne soft-touch, telecamera di retromarcia e di sistema di infotainment con touchscreen da 10″.

MG Extender sarà venduto a 549.000 baht thailandesi, ovvero circa 16.000 euro, nella versione Grand Cab, mentre per la doppia cabina Double Cab, il prezzo sarà di 759.000, poco più di 22.000 euro.

 

L’articolo MG Extender: il pickup cinese alla conquista dell’Asia proviene da Quotidiano Motori.