TwitCar: l’app che avvisa quando ci sono problemi.

twitcar app

TwitCar è l’app che nasce con l’obiettivo di avvisarci quando c’è un problema alla nostra auto, ma anche alla moto, alla barca, ad un bagaglio oppure al nostro animale domestico. Il punto di forza è nel QR code, che viene utilizzato come “identificativo”.


Twitcar: come funziona?

Il funzionamento di TwitCar è davvero semplice. Si scarica l’app su Google Play o su App Store, e si inseriscono email e numero di telefono. A questo punto si potrà ottenere il proprio QR code da stampare. Si può lasciare il QR code in auto, ad esempio sul cruscotto, oppure incollarlo come etichetta per una borsa o per un bagaglio.

Nel caso ci fosse un problema all’automobile, oppure nel caso in cui la vostra borsa venisse ritrovata, il “buon samaritano” potrà mettersi in contatto con voi. Il tutto senza dover lasciare a terzi il proprio numero di telefono, oppure doverlo scrivere in bella vista.

A questo punto è facile immaginare come le applicazioni di questo servizio possano essere molteplici. Dalla vettura che, pur parcheggiata, è stata oggetto di un incidente o di un atto vandalico, piuttosto che all’incendio in prossimità del mezzo, fino alla caduta massi o alla fuga di gas. Per chi viaggia invece, poter applicare sul proprio bagaglio un adesivo con il QR Code di TwitCar può essere un motivo in più per vivere in maniera più serena.

Ci sono ulteriori sviluppi, perchè ad esempio le auto officine o le carrozzerie possono già avvisare quando il veicolo è pronto semplicemente inquadrando il QR e inviando l’apposito messaggio, senza dover impazzire con le rubriche telefoniche o i messaggi di Whatsapp. Il QR Code può essere usato anche sui collari degli animali domestici, così che in caso di ritrovamento dopo uno smarrimento possano essere facilmente restituiti alla famiglia. I campi di utilizzo sono tantissimi, e probabilmente ce ne saranno altri in futuro.

twitCar: quanto costa?

Il servizio ha un prezzo onesto per le funzioni che offre. Sono infatti 121 i casi per i quali si può usare twitCar, su veicoli, barche, animali, bagagli, officine e protezione civile. L’abbonamento annuo costa 2,49 €, ma il primo anno è completamente gratuito.

twitCar: perchè è una bella idea

Facciamo un passo indietro a qualche mese fa. twitCar era nato per uno di quei problemi che affliggono in particolare la città di Roma: la sosta in doppia fila. Il QR code avrebbe sostituito il classico “torno subito” e qui su QM, proprio per questo motivo, non avevamo risparmiato le critiche. Nel frattempo, dopo aver avuto anche contatti telefonici con chi gestisce il servizio, abbiamo visto come twitCar si sia evoluta, ampliando la gamma di messaggi di avviso, e prendendo una strada che questa volta è davvero fedele allo slogan “La social street APP che AVVISA, PROTEGGE, AIUTA“.

E’ una bella idea perchè risolve due problemi in una volta sola. Non è più necessario lasciare dati personali in bella vista, ma soprattutto ci permette di essere avvisati in caso di problemi in Italia, ma anche all’estero. Come già accennato il funzionamento è davvero semplice, ma nei prossimi giorni faremo una prova sul campo con qualche esempio pratico.

In più, e questo non è secondario, una volta tanto un’app di questo genere non arriva dagli Stati Uniti, dalla Cina o dal nord Europa: twitCar è italianissima e anche per questo motivo, ci piace.

 

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

 

 

L’articolo TwitCar: l’app che avvisa quando ci sono problemi. proviene da Quotidiano Motori.