Nissan ridurrà la capacità del 20% e chiuderà uno stabilimento in Spagna

Nissan Impianto Stabilimento

Nissan ridurrà la capacità produttiva globale del 20% e chiuderà uno stabilimento in Spagna: effetto della pandemia di coronavirus o di conti che non tornano dopo l’incredibile caso dell’ex presidente Carlos Ghosn arrestato a Tokyo nel Novembre 2018 e fuggito rocambolescamente in Libano?


La notizia, riportata da Nikkei Asian Review, non lascia spazio a dubbi. Nissan chiuderà gli impianti di Barcellona, ​​dove venivano prodotti veicoli commerciali. A quanto pare lo stabilimento stava lavorando a circa il 30% delle proprie capacità produttive, ben al di sotto del livello necessario per realizzare profitti.

La produzione degli stessi modelli dovrebbe essere destinata ad altri impianti Renault in Francia dove già oggi escono circa 70.000 veicoli Nissan all’anno. Sempre secondo le fonti giapponesi, verranno condivisi altri stabilimenti in tutto il mondo. Nissan produrrà veicoli Renault nel Regno Unito dove sono uscite 320.000 vetture su un massimo di oltre 500.000 veicoli all’anno. Non solo, perchè Nissan inizierà anche a produrre veicoli Renault anche in Brasile.

Se Ghosn aveva spinto la capacità annuale di produzione di Nissan fino a quota di 7 milioni di unità, più alta quindi della domanda effettiva, ora il costruttore giapponese concentrerà gli investimenti in Giappone, Nord America e Cina, ovvero i tre mercati che rappresentano quasi il 70% delle vendite globali di veicoli.

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

 

 

L’articolo Nissan ridurrà la capacità del 20% e chiuderà uno stabilimento in Spagna proviene da Quotidiano Motori.